Buy 2 or more products to receive 10% EXTRA DISCOUNT!

3 tipi di infortuni nella vita quotidiana e come prevenirli

Consapevolezza corporea, conoscere il proprio corpo, muoversi nello spazio, sapere cosa è meglio fare o non fare per se stessi, evitare di fare ciò che ci fa male: sicuramente consigli preziosi per evitare infortuni che possono succedere nella vita quotidiana.


Ne abbiamo parlato con la Dott.ssa Fisioterapista Mara De Stefano


Infortuni: si dividono in 3 ambiti

  • Per lavoro:

possiamo pensare a chi lavora in smartworking o comunque a chi svolge un lavoro sedentario e a come la postura assunta durante quelle ora influisca sulla salute.

Possiamo pensare anche a chi svolge lavori dove si sta prettamente in piedi, come le commesse nei negozi o tutti coloro che lavorano nella ristorazione ad esempio.

 

 

Capita in quei lavori di dover spostare carichi pesanti anche a mano e spesso non si pensa a come fare il movimento ma si sorvola facendolo perché “si deve” e quindi sbagliando, questo porta spesso ad infortuni sul lavoro.


Nel caso di dolori nella fascia lombare o per avere un supporto alla schiena è possibile integrare nella propria giornata la Fascia Lombare Tech Therapeutics con Magnetoterapia e Stecche di Sostegno, LA PIU’ VENDUTA DELLA CATEGORIA!

 

SCOPRI DI PIU'

 

Ricordiamo quanto sia importante calzature idonee ad ogni tipologia di lavoro per evitare ripercussioni sulla colonna e sui movimenti da eseguire durante l’orario di lavoro.

  • Attività fisica: 

quando bisogna eseguire un movimento, un esercizio, la partenza corretta è fondamentale. In tutti gli sport la spinta che diamo all’inizio va fatta con una postura di partenza corretta, questo è un punto FONDAMENTALE!

La postura corretta oltre che nella partenza va mantenuta durante tutto l’esercizio e si, questo lo rende “più difficile” da eseguire ma è proprio in questo modo che si ottengono i risultati senza ripercussioni pericolose.

Un consiglio molto efficace avuto dalla Dott.ssa Mara De Stefano è di usare lo specchio in palestra per avere feedback sulla postura. 


Un altro punto essenziale è di scegliere lo sport più adatto a se stessi: se io tendenzialmente soffro di tendinite ricorrente al polso e/o al gomito e vado giocare a tennis o a padel, non mi aiuta e di certo non è lo sport idoneo.

Se siamo consapevoli di avere problematiche o patologie alle ginocchia, evitare assolutamente di andare a sciare!

E’ quindi fondamentale scegliere lo sport più adatto alle proprie caratteristiche corporee e di tenere ben presente quali sono i problemi che esistono già perché il rischio è di infortunarsi .


Necessario anche in ambito sportivo l’utilizzo di calzature idonee.

  • Accidentali : non possiamo prevederli, possono capitare!

In questo caso è comunque importante fare attenzione non solo a noi stessi ma anche all’ambiente in cui ci troviamo, non fare mai movimenti con disattenzione. Questo di certo aiuta!


Quali sono gli infortuni più ricorrenti tra i suoi clienti?


I dolori alle ginocchia sono molto comuni: lo schiacciamento, la forza di gravità e i carichi fanno pressione sulle ginocchia. In generale possiamo dire che le articolazioni sono quelle più sofferenti, se sentiamo dolore quello è il campanello di allarme! Fermiamoci

Molto comune in alcuni sport come calcio o dove avvengono rapidi cambi di direzione la rottura dei legamenti del ginocchio, che sia crociato o collaterali.


Nella linea Tech Therapeutics è disponibile la Ginocchiera Ortopedica con Stabilizzatori Laterali, studiata per sostenere il ginocchio in fase post operatoria, in caso di infiammazione o come prevenzione e sostegno per chi pratica sport.

SCOPRI DI PIU'

Altra sindrome comuni è quella della bandelletta ileo-tibiale.

Di cosa si tratta?

Nella parte laterale della coscia c’è una banda di tessuto connettivo che passa dall’anca e si inserisce sul ginocchio sulla parte esterna, tantissime persone sfregando un pochino sulla zona laterale della coscia avvertendo dei punti di dolore.

Questa è una problematica dovuto ad un grande carico che scarica e si ripercuote sul ginocchio. 

Molto stressato nei ciclisti o corridori è il tendine di Achille: spesso e volentieri si ripercuote nel ginocchio nella parte posteriore, del tallone al su. In fisioterapia si va a trattare i tessuti molli con manipolazioni e pressioni su determinati punti a livello muscolare, andare poi a rinforzare la muscolatura e rilassare e allungare la parte che è sempre messa sotto stress. La muscolatura rigida a lungo andare crea contratture muscolari bloccando la fluidità dei movimenti.

Ricordiamo che è importante per tutti gli sportivi fare stretching e riscaldamento per  preparare il muscolo  a fare  una determinata azione. Infatti la partenza di esercizi a freddo crea uno shock al sistema muscolare. Il riscaldamento serve a preparare il muscolo ad essere stressato quindi a lavorare. Una volta che ho finito il lavoro importantissimo non meno del riscaldamento, è fare lo stretching! Facendo entrambi il muscolo rimane in forma e pronto per il prossimo allenamento.


Consigli per prevenirli


La Fisiocoach Mara sottolinea quanto sia importante l’intervento immediato:

 “Quando abbiamo dolori non sottovalutiamo e facciamo subito visita specifica!”

Appena abbiamo dolore non sottovalutiamo e non facciamo passare del tempo; la miglior cura è procedere ad indagare subito sulla causa del dolore.

Sarà inoltre necessario correggere anche i movimenti che hanno creato la problematica.

Il sollevamento di carichi sia in ambito sportivo sia in ambito lavorativo comporta l’azione ripetuta di un determinato movimento in sovraccarico che va a sollecitare in maniera sbagliata le articolazioni.


Come interviene il fisioterapista?

Il fisioterapista si occupa della cura e riabilitazione di una determinata patologia che sia di natura muscolare, scheletrico o neurologico o anche un problema posturale.

Si parte con un'anamnesi dettagliata del paziente, si fa una visita anche fisica dove si va a valutare la parte del corpo interessata e dopo anche ad una chiacchierata col paziente si decide un programma riabilitativo da percorrere insieme per portare poi alla cura definitiva del problema e poi concentrarsi sulla prevenzione che diventa poi di fondamentale importanza. 

 

 

Il fisioterapista è il professionista in grado di far prevenire qualsiasi patologia o problema e anche di far ritardare determinate complicanze a cui una persona può andare incontro se la patologia è già in atto o semplicemente da un piccolo dolore è meglio rivolgersi subito al professionista senza tardare perché il rischio è che subentrino complicanze.

Non aspettate che si risolva da solo!!

 

Ti è piaciuto questo articolo?
 
Ringraziamo per la collaborazione la Dott.ssa Mara De Stefano

Hai trovato interessante questo articolo?
Iscriviti alla newsletter e seguici sui social!
Potrai fare domande in diretta agli specialisti in collaborazione con Tech Therapeutics

 

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published